Curare la lacrimazione in eccesso (epifora)

L’occhio affetto da lacrimazione costante e continua secrezione di mucosa al suo angolo interno, non è un problema così banale. Le persone che presentano questa complicazione, nei casi peggiori, sono costrette ad asciugarsi costantemente le lacrime attorno agli occhi, e questo limita la qualità della vita e le attività quotidiane. La causa è spesso l’ostruzione delle vie lacrimali, un problema che si può correggere con il laser.

L’ ostruzione del canale nasolacrimale

Causa della lacrimazione eccessiva può essere una produzione esagerata di liquido lacrimale, per esempio in caso di infiammazione della superficie corneale, o di ostruzione delle vie lacrimali e nasali, attraverso le quali le lacrime escono dalla superficie dell’occhio. Di solito le lacrime fluiscono, attraverso i canali lacrimali, nel sacco lacrimale e finiscono nella cavità nasale e in gola. È per questo che quando si piange si ha il naso pieno e un sapore salato in gola. La chiusura del sacco lacrimale o dei canali nasolacrimali è di solito la causa più frequente di lacrimazione eccessiva. L’ostruzione può essere congenita o, a volte, si verifica con l’età, a causa della trasformazione delle ossa del volto (più frequentemente tra le donne, nel periodo della menopausa).

La cura con il laser

Una diagnosi corretta va fatta dopo una visita oculistica dettagliata, che includa la pulizia dei canali lacrimali. In caso di blocco dei canali, essi si possono pulire con un semplice trattamento laser non invasivo, chiamato Dacriocistorinosomia transcanaliculare (TLC-DCR).

Questo avviene attraverso i percorsi anatomici, aprendo un  nuovo collegamento tra la sacca lacrimale e la cavità nasale. Tramite una fibra ottica spessa una frazione di millimetro, un raggio laser viene guidato e introdotto fino al punto dell’ostruzione. Qui il laser produce una nuova apertura, con danni trascurabili ai tessuti, ripristinando così il percorso per il drenaggio delle lacrime. La procedura viene eseguita senza incidere la pelle e non lascia cicatrici.

Il trattamento e il recupero

L’intervento è ambulatoriale, dura cca. 30 minuti e si effettua in anestesia locale. Quando l’intervento è finito, si riposa per cca. 1 ora, e subito dopo si può tornare a casa. La terapia oculare dopo l’intervento include antibiotici e farmaci antinfiammatori in collirio, per il naso e per gli occhi. E’ importante anche tenere la cavità nasale abbastanza umida. Il giorno dopo, e per tutta la settimana successiva, si puliscono di nuovo le vie nasolacrimali.

Il trattamento è completamente indolore, in seguito si può provare un leggero dolore, attenuabile con compresse analgesiche. Le complicazioni sono rare, e comunque non gravi e transitorie. Può verificarsi una lieve perdita del sangue dal naso e gonfiore nella zona delle palpebre.

La ripetizione dell’intervento è necessaria nel 15 % dei pazienti. In questi casi si forma una membrana che blocca l’apertura fatta con il laser. Con il secondo, più semplice intervento, questa membrana viene rimossa.

I vantaggi del trattamento

  • 85 % di successo del trattamento
  • si effettua in anestesia locale
  • assenza di incisioni sulla pelle e di cicatrici dopo l’intervento
  • recupero veloce

Gli articoli collegati

  • Correzione delle palpebre cadenti

    Nella zona dell' occhio possono intervenire modificazioni che possono causare infiammazione, gonfiore, o che comunque provochino disturbo.
    Questi difetti possono essere trattati con successo con piccoli interventi chirurgici in sede ambulatoriale.

  • La rimozione delle anomalie cutanee sugli occhi

    Nella zona dell' occhio possono intervenire modificazioni che possono causare infiammazione, gonfiore, o che comunque provochino disturbo.
    Questi difetti possono essere trattati con successo con piccoli interventi chirurgici in sede ambulatoriale.

  • Piccoli trattamenti intorno agli occhi

    Nella zona dell' occhio possono intervenire modificazioni che possono causare infiammazione, gonfiore, o che comunque provochino disturbo.
    Questi difetti possono essere trattati con successo con piccoli interventi chirurgici in sede ambulatoriale.

 
 

Sei il candidato idoneo?

Se vuoi sapere subito se sei idoneo all'operazione, rispondi a sette semplici domande. Ci vogliono pochi minuti.

Verifica ora

La rivista "La Vista"

Pubblichiamo le novità per quanto riguarda la chirurgia refrattiva, spiegazioni professionali dei problemi oculari, testimonianze dei pazienti e i consigli per occhi sani e vista migliore. Ordina la tua copia gratuita della rivista "La vista". Compila il modulo e la rivista ti sarà inviata a casa tua.

Richiedi la coppia gratuita

 
ACCETTA L'UTILIZZO DEI COOKIE

Utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare i nostri servizi e mostrarle pubblicità personalizzata tramite l'analisi delle sue abitudini e preferenze. Se continua nella navigazione, significa che accetta l'utilizzo di questi cookies.
Per maggiori informazioni consulti la nostra Politica Cookie.